Cassazione

La Cassazione dà ragione al Comune: non sono dovute le indennità previste dalla contrattazione decentrata in favore dei dipendenti del Comune di Termini Imerese e recuperate nel 2011

L’avv. prof. Lorenzo Maria Dentici, partner dello studio legale DLCI, ha assistito con successo innanzi alla Corte di Cassazione il Comune di Termini Imerese in una controversia che vedeva l’ente contrapposto a un nutrito gruppo di dipendenti. La causa, iniziata nel lontano 2012, concerneva la validità di alcune clausole del CCDI sulla base delle quali erano state corrisposte somme aggiuntive, poi recuperate con trattenute sulle retribuzioni. In particolare, sulla scorta di una relazione del 13 luglio 2010 degli Ispettori della…

Read more

rischio biologico

Rischio biologico e trasferimento d’urgenza per un dirigente medico

Gli avvocati prof. Lorenzo Maria Dentici e Luigi Maini Lo Casto dello studio legale DLCI hanno assistito con successo un dirigente medico in giudizio avverso un’ordinanza del Tribunale di Palermo, che aveva respinto la domanda di adibizione del medico a mansioni amministrative alla luce di condizioni di salute incompatibili con l’esposizione ad agenti biologici. Il Tribunale di Palermo in sede di reclamo ha affermato che un dirigente medico addetto a un reparto ospedaliero, con limitazioni accertate dal medico competente che…

Read more

indennità ai vigili urbani

Negata l’indennità ai vigili urbani per il miglioramento dei servizi prevista dalla legge regionale siciliana

L’avv. prof. Lorenzo Maria Dentici, partner dello studio legale DLCI, ha assistito con successo, innanzi al Tribunale di Palermo, il Comune di Monreale in un controversia proposta da una ventina di vigili urbani che rivendicavano il pagamento da parte dell’ente di somme per complessivi € 500.000, in quanto quest’ultimo non avrebbe ripartito il fondo per il miglioramento dei servizi di polizia municipale di cui all’art. 13, L.R. 17/1990. L’ente ha contestato l’azione dei ricorrenti (che avevano ottenuto gli emolumenti in…

Read more

Licenziamento per giustificato motivo oggettivo

Licenziamento per giustificato motivo oggettivo come extrema ratio e onere della prova

Gli avv.ti Luigi Maini Lo Casto e Giorgio Petta dello studio legale DLCI hanno assistito con successo un dipendente lavoratore licenziato per giustificato motivo oggettivo da un’impresa del settore radiotelevisivo. Secondo il Tribunale di Palermo è onere del datore di lavoro dimostrare la sussistenza del giustificato motivo oggettivo e quindi, innanzitutto, provare che la ragione economica addotta sia effettiva e causalmente connessa col licenziamento del singolo lavoratore. Considerato che il licenziamento deve essere adottato solo come extrema ratio, prima di…

Read more

riscossione sicilia spa

Illegittima la revoca della categoria di quadro operata da Riscossione Sicilia S.p.A.

Gli avv.ti prof. Lorenzo Maria Dentici, Luigi Maini Lo Casto e Giorgio Petta dello studio legale DLCI hanno assistito con successo un dipendente di Riscossione Sicilia S.p.A. al quale la società nel 2016 aveva revocato il passaggio dal 4° livello della 3^ area professionale al 1° livello dei quadri direttivi del CCNL. Secondo il Tribunale di Palermo la società per azioni con partecipazione pubblica non muta la propria natura di soggetto di diritto privato solo perché un ente pubblico ne…

Read more

Godimento delle ferie

Dirigenti e godimento delle ferie

L’avv. prof. Lorenzo Maria Dentici dello studio legale DLCI ha assistito un’azienda di trasporto urbano nell’azione proposta da due dirigenti per ottenere le ferie non godute negli ultimi anni. Al riguardo il Tribunale di Palermo ha precisato che il personale direttivo è escluso dalla disciplina legale delle limitazioni dell'orario di lavoro così che – in assenza di diversa espressa disciplina (prassi aziendale o contratto individuale) – non può parlarsi di normale orario di lavoro. Il Tribunale ha accolto la tesi…

Read more

rifiuto del vaccino e lavoratore

Rifiuto del vaccino e sospensione dal rapporto di lavoro

Gli avv.ti prof. Lorenzo Maria Dentici e Luigi Maini Lo Casto dello studio legale DLCI stanno fornendo consulenza e assistenza ad aziende del terziario operanti su tutto il territorio nazionale sul tema della vaccinazione dei lavoratori. Da segnalare al riguardo, una recente ordinanza del 28 luglio 2021 sul tema del rifiuto del vaccino nel lavoro privato, con la quale il Tribunale di Roma, Sezione Lavoro si è pronunciato in merito alla legittimità della sospensione senza retribuzione di una lavoratrice non…

Read more

Contratto a termine

Contratto a termine nel pubblico impiego e impugnazione stragiudiziale

L’avv. prof. Lorenzo Maria dello studio DLCI ha assistito con successo in grado di appello una pubblica amministrazione in un’azione proposta da un dipendente pubblico per ottenere la conversione del rapporto e il risarcimento del danno da illegittima reiterazione del contratto. Il Tribunale di Caltanissetta aveva condannato l’ente a versare al lavoratore otto mensilità come danno da abusiva reiterazione. La Corte di Appello ha invece ritenuto fondati i motivi di appello dell’ente con riguardo all’assenza di una valida impugnazione stragiudiziale,…

Read more

Assistenza al portatore di handicap

Assistenza al portatore di handicap e trasferimento illegittimo del lavoratore

Gli avvocati prof. Lorenzo Maria Dentici, Luigi Maini Lo Casto e Alberto Romano dello studio DLCI hanno assistito con successo un lavoratore in un giudizio d’urgenza in cui veniva contestata la legittimità di un trasferimento disposto nei suoi confronti nonostante prestasse assistenza alla madre portatrice di handicap grave. Il Tribunale di Palermo ha accolto il reclamo rilevando la violazione l’art. 33 legge 104/1992 ritenendo pertanto illegittimo il trasferimento disposto dal datore di lavoro in amministrazione giudiziaria (da Palermo a Catania)…

Read more

Assunzione dirigente medico

La pendenza di un procedimento penale non impedisce l’assunzione quale dirigente medico

Gli avvocati prof. Lorenzo Maria Dentici e Luigi Maini Lo Casto dello studio DLCI hanno assistito con successo una vincitrice di concorso a tempo indeterminato di dirigente medico che si era vista rifiutare da un’azienda sanitaria la sottoscrizione del contratto di lavoro per la pendenza di un procedimento penale. Il Tribunale di Agrigento in sede di reclamo ha ritenuto illegittimo il comportamento dell’Asp di Agrigento che aveva rifiutato la sottoscrizione del contratto di lavoro con un medico utilmente collocato in…

Read more